AIDP - WORKSHOPS DI FORMAZIONE HR 2019

05 aprile 2019|Milano, Direzione Generale

AIDP - WORKSHOPS DI FORMAZIONE HR 2019  Milano, Direzione Generale
L’HR NEL TEMPO DELLA DIGITALIZZAZIONE: GUIDARE LA PEOPLE TRANSFORMATION. Cantieri aperti di esperienze aziendali

La digitalizzazione sta cambiando radicalmente lo scenario del mondo del lavoro e con esso il modo concreto di lavorare in azienda.


L’avvento delle nuove tecnologie e dei sistemi digitalizzati presuppone una interazione tra i processi aziendali e la tecnologia digitale ad essi applicata. È opportuno riconoscere sì la necessità di ridisegnare i processi in funzione del Business e sviluppare nuove competenze, ma anche e soprattutto la necessità di rinnovare la cultura aziendale. Constatiamo che il cambiamento avviato dalla digital transformation impatti sul modo di lavorare almeno su tre versanti.

Il primo versante è quello organizzativo, coinvolgendo la struttura organizzativa aziendale e i processi di lavoro. La sfida è governare e integrare/sincronizzare la crescita esponenziale propria delle innovazioni tecnologiche con i diversi tempi necessari alla trasformazione dei processi organizzativi.

Il secondo versante è quello delle competenze delle persone. Non solo strettamente hard (cd. competenze digitali), ma anche di competenze soft che permettano di intercettare la trasformazione, far sì che questa trasformazione venga governata e non subita nel mondo del lavoro.

Il terzo versante è quello che coinvolge la cultura aziendale. Senza una comprensione del significato che il lavoro acquisisce nel nuovo contesto e senza un cambiamento del mindset delle persone che lavorano in azienda il processo di trasformazione dei precedenti aspetti diventa vano.
Processi consolidati, abitudini e la resistenza che ne deriva ad affrontare il cambiamento devono essere considerati e gestiti per rendere possibile un assorbimento dell’innovazione tecnologica.


Tutto ciò crea delle opportunità per l’HR, il quale deve assumere un ruolo di guida nei processi di gestione dei collaboratori, all’interno dei quali l’obiettivo è di fornire strumenti concreti che aiutino a governare il divario intercorrente tra cultura, competenze, processi organizzativi e nuove esigenze proprie di un mondo del lavoro digitalizzato.


A questo riguardo non esistono (ancora) nella panoramica aziendale italiana delle esperienze consolidate, ma “cantieri aperti”, i quali, così come presentati nelle giornate di Workshops, fungono da fari atti ad illuminare una realtà nei confronti della quale non solo bisogna prendere atto, ma soprattutto è necessario armarsi di strumenti finalizzati a rendere possibile il superamento della divergenza tra l’aspetto digital e l’aspetto human nel mondo del lavoro.